Mistica notte sul Monte Arcuentu: vedere con gli occhi delle aquile

/Mistica notte sul Monte Arcuentu: vedere con gli occhi delle aquile

Mistica notte sul Monte Arcuentu: vedere con gli occhi delle aquile

18-19 Agosto 2018
(con bivacco: salita la sera, ritorno al primo mattino)

Sardegna Sacra e In-Itinere organizzano un’esperienza magica, davvero imperdibile: trekking con salita serale e pernottamento all’aperto sul Monte Arcuentu 😀

La mole imponente e severa del Monte Arcuentu nasconde sulla cima un inaspettato bosco di lecci secolari, le fondamenta di quello che fu castello medievale e monastero vallombrosano e alcune capanne costruite dai frati francescani per i loro eremitaggi. é un luogo “magico” e davvero speciale, unico anche per la vista che spazia su metà dell’isola e su una parte immensa del suo mare. Insomma, il sacrificio della salita viene ampiamente ripagato. Se non bastasse l’esperienza “mistica” della sudata per raggiungerlo, nel bosco e sulle rocce più alte cercheremo di calarci nella dimensione del ritiro e della contemplazione attraverso pratiche e momenti di connessione e meditazione.

Guidano l’escursione Ilaria Montis, archeologa, guida turistica e insegnante mindfulness e Massimo Bongini Guida Ambientale Escursionistica AIGAE
Posti limitati!!!


INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
Massimo Bongini  3332099349 e-mail: masbongini@gmail.com
Ilaria Montis 3208492880 sardegnasacra@gmail.com
La quota di partecipazione è di 35 euro.

Indicazioni particolari per logistica, equipaggiamento e preparazione:
E’ un’escursione discretamente impegnativa ma comunque accessibile a quasi tutti. La temperatura della stagione non sarà di aiuto ma è quella che ci permetterà di passare la notte senza tropo disagio. Inizieremo a salire nell’ora meno calda e raggiungeremo la vetta in 2 ore e mezza. Nella fase di rientro alcuni tratti ripidi richiedono equilibrio e stabilità. Molto consigliati i bastoncini da trekking anche per evitare scivolate nei tratti polverosi. Indispensabili scarponcini da trekking (già rodati), abbigliamento morbido ma robusto e traspirante (ideale quello “tecnico” sportivo), cappello per il sole, zaino da escursione (40-50lt), torcetta o lampada frontale (batterie nuove!), farmaci per eventuali particolari esigenze personali.

Per la notte serve spirito di adattamento, suggeriti: o un’amaca+copertina leggera o il classico materassino+sacco a pelo leggero e poco voluminoso (non più di 1kg). Utile un “telo termico” o un telo impermeabile leggerissimo da usare sopra in caso di umidità o pioggia passeggera. Mettere nello zaino una maglietta di ricambio (arriveremo sudati che sarà già quasi buio). La vetta potrebbe essere ventilata, utile un pile e una giacca antivento. Per la salita sono più comodi pantaloni corti, ma per la notte meglio avere pantaloni lunghi leggeri tipo tuta o pantacollant. Portare 2 lt e mezzo di acqua (un poco potrebbe essere utile per sciacquarsi o rinfrescarsi), del cibo leggero per la notte e il primo mattino, un repellente per insetti, uno o più sacchettini di plastica per portare via rifiuti e fazzolettini usati per i propri bisogni. A sensibilità personale: qualcosa da lasciare in “offerta” al luogo (cibo, erbe, un oggetto, un messaggio scritto…).
Se si vuole approfittare dell’occasione… non scordare costume e asciugamano da lasciare in auto per una tappa in spiaggia domenica prima del ritorno.

Caratteristiche tecniche:
Ore di cammino indicative: 5
Distanza da percorrere Km: 6
Dislivello complessivo in salita metri: 435
Si cammina a quote (metri): 350-785
Tipologia terreno: mulattiera/sentiero/ salti rocciosi
Tipologia del percorso: a bastone (andata e ritorno stesso percorso)
Sterrate da fare in auto: no
Quota di partecipazione: €35.00 (soci Ass. Maestr’ale €30.00)
Appuntamento in zona ora e luogo: 17.00 chiosco di Montevecchio (Guspini)
Termine indicativo escursione ore: 12.00 circa di Domenica (poi mare facoltativo)
Adesioni entro: Venerdì 17 h 13
Posti limitati a 15 persone

NOTE GENERALI

Viaggio in auto: le località degli appuntamenti si raggiungono autonomamente ma è possibile accordarsi per condividere le auto e il viaggio. I costi di carburante possono essere divisi tra i passeggeri.

Tempi di percorrenza: quello indicato è il tempo stimato necessario al raggiungimento dell’obiettivo e ritorno o per chiudere l’anello, ed esclude tutte le soste per ristoro ed eventuali attività proposte.

Preparazione fisica: una buona salute fisica e un minimo di attitudine o allenamento al movimento e alla camminata sono il requisito minimo per le escursioni. Per ogni incertezza o necessità consultatevi preventivamente.

Sicurezza: è importante che ogni problema fisico, alterazione o disturbo di qualsiasi genere sia comunicato preventivamente. Durante l’escursione ciascuno è responsabile della propria incolumità e del controllo del proprio stato di salute.

By |2018-09-11T21:23:21+00:00Agosto 3rd, 2018|escursioni, Eventi, meditazione, trekking|0 Comments